Tornano al teatro di Gurone i Tra-Ballanti con tre atti unici scritti da Giosuè Romano, a favore di SuperO ODV!

Una bella realtà ci dedica una serata tra teatro e solidarietà, i Tra-Ballanti andranno in scena a nostro favore. Saliranno sul palco nel loro trentennale e promettono una serata ricca di emozioni e amicizia. Non possiamo che ringraziarli di aver scelto SuperO per una serata così importante! Vi aspettiamo in prima fila.

Sabato 23 settembre alle ore 21.00, presso il Teatro dell’Oratorio san Lorenzo di Gurone, via Redipuglia 2, a Malnate.
Tre Atti Unici:
“Agenzia Capone. Matrimoni e Funerali” – Commedia brillante
“Dialogo di Simon Pietro e di un Cuccurullo” – Dialogo in rima
“Maddalena De Felice” – Monologo

Ecco un estratto da VARESENEWS

Dopo 4 anni lontani dalle scene, il prossimo 23 settembre tornano in teatro i Tra-Ballanti. E lo fanno per un’occasione speciale: i 30 anni di attività. Per il prestigioso traguardo, Giosuè Romano ha scritto tre atti unici inediti, tre storie che, com’è nella loro tradizione, saranno divertenti ma anche amare, in una girandola di emozioni che la penna dello scrittore e artista attinge dalla sua poliedrica sensibilità e versatilità. « Sono sempre stato un affabulatore – commenta Giosuè Romano – sin da ragazzo mi piaceva raccontare e la battuta mi veniva facilmente. Con i Tra Ballanti ho trovato la sintesi delle mie passioni».

I Tra Ballanti sono una compagnia che risale… “ai tempi della scuola”: « Eravamo genitori di bambini iscritti alle elementari – ricorda Romano – ci trovammo così a mettere in piedi una compagnia che si esibisse alle feste scolastiche. Ci piaceva e ci veniva bene. Così abbiamo continuato. In questi tre decenni il gruppo si è modificato con nuovi ingressi e abbandoni, ma lo spirito è identico».

Giosuè Romano si affida spesso al proprio vissuto e all’ambiente che ha conosciuto da ragazzo: « La parola ha un potere incredibile – commenta lo scrittore, regista e attore – il pubblico si abbandona al tuo racconto, si lascia condurre attraverso i sentimenti e le storie. Quando si apre il sipario senti una scarica di adrenalina elettrizzante. E poi gli applausi e le risate del pubblico. Se mi giro indietro vedo 30 anni di grande bellezza».

Please follow and like us:
fb-share-icon
Torna in alto